TwitterFacebookGoogle+

Se si fosse trattato solo di omosessualità, la punizione divina non ci sarebbe stata

La Chiesa si è sempre servita dell’episodio della Genesi, per demonizzare l’omosessualità. In realtà, “Il delitto degli abitanti di Sodoma è di ordine teologico e sociale oltre che sessuale: infatti esso è una violazione della legge sacra e fondamentale dell’ospitalità  ed è anche un’esplicita condanna dei culti cananei della fertilità che comprendevano anche l’omosessualità sacra” (Gianfanco Ravasi, La Bibbia, Edizioni Paoline, 1990).

Insomma: se si fosse trattato solo di omosessualità, la punizione divina non ci sarebbe stata. Ciò detto, attribuire a Dio azioni punitive è un antropomorfismo. Il teologo lo sa bene, ed infatti più avanti scrive cautamente per non offendere il buon Dio: “Il cataclisma che distrugge Sodoma e Gomorra riflette la particolare situazione geologica della zona a sud del Mar Morto, ma è letto dalla pagina biblica come il giudizio divino sulle aberrazione dell’idolatria cananea”.

Attilio Doni

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.