TwitterFacebookGoogle+

Sentinelle e diritti del bambino

sentinelle-Gea CeccarelliNon accettano le unioni gay, le adozioni omosessuali, l’utero in affitto, la fecondazione eterologa. Il motivo è semplice: sono tutte pratiche che vanno contro natura.

L’uomo e la donna sono stati creati esclusivamente per procreare e chi è nato “guasto” non deve avere diritti, dev’essere annichilito, non deve avere la possibilità di avere figli.

E allora, “sentinelle in piedi”, siamo coerenti: vegliamo anche contro tutti quelli che fanno sesso senza aver figli.

Vegliamo anche contro chi fa l’amore per amore e non perché si sente un mero strumento riproduttivo. Vegliamo “contro”, ma convinciamoci di farlo “per”.  Certo, non facciamolo contro quelli che fanno bambini per poi maltrattarli o abbandonarli: il loro compito lo hanno portato a termine, e chi se ne frega.

“I bambini hanno il diritto di avere una madre e un padre”: sosteniamolo con più foga, dimenticandoci così, nella nostra smania, del vero diritto fondamentale di ogni bambino: essere amato. E non importa da chi.

E visto che una delle argomentazioni più in voga tra le sentinelle in piedi è quella secondo cui i testi sacri  non prevedono le unioni gay, raccontiamo ai nostri figli che è possibile concepire da vergini, senza sesso e senza fecondazione eterologa.

Ma rendiamoli anche partecipi del fatto che sì, li proteggiamo dagli omosessuali che vorrebbero adottarli, ma se un Dio ci chiede di sacrificarli dobbiamo pur farlo, perché così è scritto.

Illustriamo loro che Darwin era un impostore e che discendiamo tutti da Adamo ed Eva.

Mi raccomando, però: quando ci sottoporranno il dilemma di Caino e Abele, come abbiano fatto a riprodursi a loro volta, vediamo di trovarci una spiegazione logica e credibile.

 Una idonea ed esauriente, giusto in grado di non tirare in ballo le adozioni gay.

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.