TwitterFacebookGoogle+

Senza il voto della Camera, per i vaccini basterà l'autocertificazione

Sono oramai esigue le possibilità che il decreto milleproproghe possa passare alla Camera prima della pausa estiva, prevista da martedì 7 agosto. E se non dovesse passare, alla riapertura delle scuole, a settembre, i genitori dovranno comunque presentare l’autocertificazione delle avvenute vaccinazioni obbligatorie dei figli per nidi e materne. Per lunedì 6 agosto è previsto il via libera del Senato, ma i tempi per l’approvazione anche a Montecitorio non dovrebbero esserci. Nel testo c’è la proroga all’obbligo vaccinale, previsto dalla legge dell’ex ministro della salute Lorenzin.

In assenza della proroga, comunque resterà in vigore l’autocertificazione decisa a giugno dall’attuale governo: “La vaccinazione resterà obbligatoria per andare a scuola da 0 a 16 anni ma i genitori non dovranno portare alcun documento sanitario per dimostrare che i figli sono in regola. Gli basterà un’autocertificazione nella quale si afferma che i vaccini sono stati fatti o si faranno per poterli iscrivere all’anno scolastico 2018-2019”, scrive Repubblica.

In ogni caso, come sottolineato anche dal ministro Grillo, “la mancata presentazione della documentazione non comporterà la decadenza dell’iscrizione scolastica”. In particolare, la circolare precisa che “per i minori da 6 a 16 anni, quando non si tratta di prima iscrizione scolastica, resta valida la documentazione già presentata per l’anno scolastico 2017-2018. Se il minore non deve effettuare nuove vaccinazioni o richiami e per i minori da 0 a 6 anni e per la prima iscrizione alle scuole (minori 6 – 16 anni), basta una dichiarazione sostitutiva di avvenuta vaccinazione. In alcuni casi, varrà anche l’autocertificazione che attesti l’avvenuta prenotazione alla Asl per effettuare le vaccinazioni” (Il Sole 24 Ore). 

 

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.