TwitterFacebookGoogle+

Sequestrati tre immobili al parroco di Piea d’Asti: si indaga sul denaro per i centri accoglienza

La difesa: quei fondi sono stati usati regolarmente.

Piea, la piazza con la parrocchia e il centro accoglienza migranti.
Pubblicato il 22/01/2018 –
massimo coppero –
asti –

Operazione congiunta dei poliziotti della mobile e della guardia di finanza su una presunta maxi truffa sull’accoglienza dei migranti. Indagato don Vittorio Bazzoni, parroco di Piea e altri paesi e molto impegnato nell’assistenza agli immigrati. Coinvolti anche due stranieri. L’ipotesi è di un uso scorretto dei fondi della prefettura. Agenti e finanzieri, coordinati dal procuratore Alberto Perduca e dal pm Luciano Tarditi, hanno eseguito un decreto di sequestro firmato dal gip Giorgio Morando di tre immobili riconducibili al sacerdote nell’astigiano. Don Bazzoni è difeso dall’avvocato Aldo Mirate.

Dice il legale in una nota: «Don Bazzoni nega fermamente di essersi appropriato di pubblico denaro e/o di avere riciclato risorse finanziarie provenienti da delitto.

Chiederemo una immediata ricostruzione contabile dei flussi finanziari erogati dallo Stato e del loro effettivo utilizzo per il funzionamento del Centro di Accoglienza. I tre immobili, peraltro di modesto valore, sono stati acquistati dagli intestatari con denaro che non ha alcuna attinenza con i contributi erogati al CAS».

http://www.lastampa.it/2018/01/22/edizioni/asti/sequestrati-tre-immobili-al-parroco-di-piea-dasti-sui-indaga-sulluso-di-denaro-destinati-ai-centri-per-accoglienza-Ay2IWmXw9UOlEXVXRymW6K/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.