TwitterFacebookGoogle+

Si riduce il vantaggio di Hillary Clinton su Donald Trump

Houston – A 12 giorni dalle elezioni americane, il vantaggio della democratica Hillary Clinton sul repubblicano Donald Trump si assottiglia. L’ultimo sondaggio di Fox News indica l’ex Segretario di Stato avanti di soli tre punti percentuali nella media nazionale, al 44% contro il 41%, se si considerano anche il candidato del partito Libertario, Gary Johnson, e la verde Jill Stein. Nella corsa a due, Clinton risulta in testa con il 49% contro il 44% di Trump. Solo 7 giorni fa, lo stesso sondaggio dava a Hillary un distacco di 7 punti sia nella gara a quattro e sia nel match a due. Per fermare l’avanzata del rivale, la candidata democratica giocherà oggi il suo asso nella manica: condividerà il palco della Carolina del Nord con la first lady Michelle Obama, la “rock star” dei comizi, come quello memorabile di Manchester, nel New Hampshire, lo scorso 13 ottobre, quando prese di mira il sessismo di Trump.

LA RIMONTA DI TRUMP NEGLI STATI IN BILICO, “VINCEREMO”

Penso che vinceremo…e sarà un vittoria straordinaria“. Così Donald Trump commentando la rimonta negli stati in bilico, ieri a margine dell’inaugurazione del suo nuovo hotel a Washington Dc, a due passi dalla Casa Bianca. Un sondaggio di Bloomberg segnala il sorpasso del candidato repubblicano nella cruciale Florida, con il 45% dei consensi contro il 43% di Hillary. Il presidente Barack Obama si aggiudicò i 29 grandi elettori della Florida (su 270 necessari per vincere la Casa Bianca) per un soffio, per meno di un punto percentuale. Remington Research conferma intanto il candidato repubblicano in testa in Ohio (46 a 42), segnalando la rimonta del magnate in Pennsylvania dove sarebbe avanti di 3 punti a fronte di uno svantaggio compreso tra 8 e 12 punti due settimane fa. In New Hampshire, il vantaggio della Clinton sarebbe inoltre sceso al 4%, 46 a 42, secondo la Monmouth University che ricorda come il mese scorso il candidato del Grand Old Party (Gop) fosse indietro di 9 punti. Secondo Nbc/Wall Street Journal il distacco dalla candidata democratica in New Hampshire è invece rimasto invariato di 9 punti, 45 a 36, mentre in Nevada, altro stato in bilico, i due candidati sarebbero alla pari al 43% dei consensi.

‘Grandi elettori’ stato per stato e le chance

IL SOGNO DI HILLARY: “ROMPERE IL SOFFITTO DI CRISTALLO” AL JAVITS

L’ex first lady ha annunciato la location prescelta per la lunga notte elettorale, il prossimo 8 novembre. E’ il Jacob K. Javits, il centro congressi più grande e più gettonato di New York. L’enorme struttura, che occupa sei isolati nel West Side di Manhattan, sulle rive del fiume Hudson, è tutta a vetrate, compreso il soffitto che Hillary sogna metaforicamente di “rompere”, diventando la prima donna presidente degli Stati Uniti.

Regole e procedure per le presidenziali

TRUMP: INVESTIRO’ 100 MILIONI DI DOLLARI IN QUESTA CAMPAGNA

Oltre 100 milioni di dollari del suo personale patrimonio. E’ quanto Donald Trump assicura di voler investire in questa campagna elettorale, durante un’intervista alla Cnn. establishment del Gop avrebbe reclamato donazioni più sostanziose al candidato repubblicano. Al 30 settembre, alla Commissione elettorale federale, risultano contributi pari a 56 milioni di dollari da parte del magnate. Per arrivare ai 100 milioni annunciati, Trump dovrebbe sborsare altri 44 milioni entro l’8 novembre prossimo, giorno dell’Election Day. Proprio oggi saranno diffusi i dati sulle donazioni del candidato alla causa repubblicana nei giorni compresi tra il primo ottobre e il 19 ottobre. I finanziamenti successivi a quella data non saranno resi noti prima di dicembre.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI

Oggi torna in campo la first lady Michelle Obama, sul palco insieme ad Hillary durante un evento elettorale a Winston Salem, nella Carolina del Nord. La first lady perorerà la causa del voto anticipato per sostenere la candidata democratica. Donald Trump si concentrerà invece sull’Ohio dove farà tre comizi: alle 13 a Springfield, alle 16 a Toledo e alle 19 a Geneva. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.