TwitterFacebookGoogle+

Sicilia: "nomine-premio per i cambi-casacca all'Ars", indagini

(AGI) – Palermo, 7 set. – Il deputato regionale del Movimento Cinque stelle, Giorgio Ciaccio, sara’ sentito mercoledi’ mattina da personale della Digos in qualita’ di persona informata dei fatti. E’ lo stesso Ciaccio a dirlo all’AGI, confermando l’esistenza di un’indagine in corso. La vicenda riguarda le dichiarazioni rilasciate nel corso di una seduta dell’Assemblea regionale siciliana, il 22 aprile scorso, dal deputato Udc Giuseppe Sorbello: “Io sono forse uno dei pochi che non ha avuto niente… Molti di quelli che hanno cambiato casacca in questo parlamento hanno avuto nomine a iosa di parenti, di amici e amici degli amici…”. Subito dopo la seduta di aprile Ciaccio ha inviato una nota denuncia alla Procura di Palermo, allegando anche il resoconto stenografico un cd con la registrazione video della seduta dell’Ars. “Speriamo – commenta Ciaccio – che ora vengano fuori nomi e cognomi dei beneficiari delle nomine e che Sorbello spieghi se, come potrebbe far intendere, queste siano il prodotto di un accordo che ha portato alcuni parlamentari a cambiare casacca in cambio di un tornaconto personale. Non sappiamo se nelle frasi di Sorbello si possano ravvisare gli estremi di un reato, di certo, sono indice di una condotta malata, che sempre piu’ spesso porta a perseguire la politica degli interessi piuttosto che gli interessi della politica e dei siciliani”. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.