TwitterFacebookGoogle+

Sindone: scoperta dorsale uomo flagellato su copia Arquata Tronto

Sindone: scoperta dorsale uomo flagellato su copia Arquata Tronto(AGI) – Ascoli Piceno 4 ott. – L’Enea ha scoperto la presenza di un’immagine di una dorsale di uomo flagellato sulla copia della Sacra Sindone che si trova ad Arquata del Tronto, nella chiesa di San Francesco.

I risultati delle misurazioni e della analisi con tecnologie avanzate effettuate sul telo di lino presente nel paesino montano dell’Ascolano – che e’ delle stesse dimensioni della Sindone di Torino, 440 centimetri di lunghezza e 114 di altezza – sono state effettuate da un’equipe specializzate in tre giornate nel giugno scorso, e sono stati illustrati oggi pomeriggio presso il Palazzo vescovile di Ascoli, alla presenza del vescovo Giovanni D’Ercole. “Il lavoro di ricerca che abbiamo realizzato in collaborazione con Cnr e Accademia di Belle Arti – ha detto Paolo Di Lazzaro, responsabile laboratorio Enea di Frascati – ci ha permesso di individuare sul telo di Arquata i contorni di un volto e le immagini di una dorsale umana con gambe e piedi, nella stessa posizione della Sindone torinese. La tecnica con cui sono state realizzate non e’ ancora chiara. Di certo – ha aggiunto Di Lazzaro – non si tratta di un dipinto o di un disegno, e questo ne fa una copia originale e molto singolare tra le 50 copie sindoniche presenti nel mondo.

Entro dicembre pubblicheremo i risultati del progetto con un rapporto completo sul lavoro svolto”. La sindone di Arquata del Tronto, ora visibile in estensione totale, fu rinvenuta nel corso di lavori di restauro della Chiesa di San Francesco nel 1980, nascosta in un’urna. A parlarne per la prima volta e’ una pergamena datata 1* maggio 1655, redatta ad Alba, in Piemonte da Guglielmo Sanzia, cancelliere vescovile e notaio, e Paolo Brizio, vescovo e conte di Alba, come certificato di autenticazione. Il vescovo di Ascoli Giovanni D’Ercole, ha annunciato che verra’ attuata un ostensione della sindone locale nella Cattedrale ascolana di Sant’Emidio. E questo forse in coincidenza con l’ostensione pubblica della Sindone di Torino che Papa Francesco ha deciso di attuare nell’aprile del 2015. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Vai all’articolo originale su AGI >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.