TwitterFacebookGoogle+

Sinodo verso la comunione a divorziati, ma a condizioni precise

Sinodo verso la comunione a divorziati, ma a condizioni precise(AGI) – CdV, 16 ott. – Sull’accesso dei divorziati ai sacramenti, il circolo “Italicus C” ha votato una proposta, “approvata con la maggioranza dei voti”, che “apre tale possibilita’ in condizioni precise ed in momenti definiti della vita ecclesiale e familiare, valorizzando il significato dell’eucaristia come sacramento per la crescita nella vita cristiana, tenendo ferma la dottrina sull’indissolubilita’ coniugale”.

Lo riferisce il bollettino del Sinodo che da’ conto anche della posizione minoritaria: “alcuni padri – si legge infatti nella relazione del gruppo guidato dall’arcivescovo di Tirana Angelo Massafra – hanno ritenuto vincolante la disciplina attuale e altri non sufficientemente maturo lo studio sul fondamento teologico che consente l’evoluzione”. “Al riguardo – si legge inoltre – i padri hanno segnalato alcuni aspetti piu’ specifici per arricchire le proposte formulate nel testo: una menzione espressa sui movimenti familiari; un numero apposito sulle adozioni; un invito a studiare nuove presenze in campo educativo; un ritorno ai testi dell’instrumentum laboris circa le unioni omosessuali; un appello alle istituzioni per promuovere politiche in favore della famiglia”.

In ogni caso, riguardo alle nullita’ matrimoniali, “sull’evoluzione della disciplina il circolo si e’ pronunciato in modo unanime sulla necessita’ di studiare l’ampliamento dell’esercizio della ‘Potestas Clavium’ e le condizioni per trattare con procedura giudiziale extraordinaria le cause che non richiedano un giudizio ordinario; si chiede ai vescovi di avviare una pastorale giudiziale accurata, preparando sufficienti operatori, chierici e laici”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it




Vai all’articolo originale su AGI >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.