TwitterFacebookGoogle+

Siria, Assad "amnistia ai ribelli se si arrendono entro 3 mesi"

Damasco – Il presidente siriano, Bashar el-Assad, ha offerto l’amnistia ai ribelli che si arrendono entro 3 mesi. Lo riferisce l’agenzia ufficiale Sana, con chiaro riferimento ai ribelli assediati all’interno di alcune zone di Aleppo. “Tutti coloro che portano armi e sono ricercati dalla giustizia sono esentati dalla totalita’ della pena se si arrendono e depongono le armi entro i tre mesi successivi alla data di pubblicazione di questo decreto”, si legge nel testo del decreto presidenziale diffuso dall’agenzia.

Mosca ha annunciato “un’operazione umanitaria su vasta scala” per aprire corridoi intorno alla citta’ contesa di Aleppo. L’iniziativa e’ condotta insieme al governo siriano. A dare l’annuncio e’ stato il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, spiegando che saranno aperti 3 corridoi umanitari “per aiutare i civili tenuti ostaggio dai terroristi e per i combattenti che vogliono deporre le armi”. In aggiunta, un quarto passaggio sicuro sara’ istituito a nord della citta’ per i ribelli che vogliono fuggire con le armi in mano. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.