TwitterFacebookGoogle+

Siria: battaglia tra Isis e ribelli a Marea, 47 morti

(AGI) – Nicosia, 5 set. – E’ di almeno 47 morti il bilancio ancora provvisorio di una furibonda battaglia in corso da ieri a Marea, una ventina di chilometri a nord di Aleppo e una quindicina a sud della frontiera turca, tra le milizie dello Stato Islamico e quelle di altre formazioni insurrezionali loro avversarie, dai salafiti del Fronte Islamico ai disertori moderati del Libero Esercito Siriano: lo ha reso noto l’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, organizzazione dell’opposizione non radicale in esilio con sede a Londra, secondo cui i combattimenti proseguono tanto in citta’, che i ribelli al momento continuano a controllare, quanto nei villaggi del circondario, cinque dei quali erano stati espugnati dall’Isis la settimana scorsa, forse dopo aver lanciato un attacco chimico contro i rivali, a quanto si dice utilizzando iprite, il famigerato ‘gas-mostarda’. Marea e’ una delle localita’ strategicamente piu’ importanti della Siria nord-occidentale, anche perche’ sorge lungo una delle principali linee di rifornimento di uomini e mezzi dalla Turchia: per tali motivi e’ da diversi mesi nel mirino dei jihadisti. Paradossalmente, si trova all’interno di quella ‘zona di sicurezza’ che Ankara e gli Stati Uniti hanno annunciato di voler creare per sbarrare il passo agli uomini del califfato: non a caso negli ultimi giorni questi ultimi sono stati bombardati a piu’ riprese dagli aerei della coalizione internazionale a guida Usa, e tuttavia continuano ad avanzare con l’obiettivo di espandere verso ovest il gia’ vasto territorio nelle loro mani. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.