TwitterFacebookGoogle+

Siria: De Mistura, transizione politica resta nodo del contendere

Ginevra – Trovare un accordo per una transizione politica in Siria e’ “la madre di tutte le questioni”. Lo ha sottolineato l’inviato speciale dell’Onu, Staffan de Mistura, a Ginevra in vista della ripresa dei colloqui di pace. “E’ il momento della verita’”, ha affermato, prima di incontrare la delegazione di Damasco. I colloqui, lungamente attesi, arrivano mentre si celebra il quinto anniversario del conflitto siriano, che ha fatto oltre 270mila morti e milioni di sfollati. Dallo stop di febbraio, diverse cose sono cambiate, a cominciare dal cessate il fuoco in vigore nel Paese, ma gli schieramenti sono ancora attestati su posizioni distanti. Quelli odierni, nelle intenzioni di de Mistura, saranno i primi di tre round di incontri: da oggi fino al 24 marzo, poi uno stop di una settimana o 10 giorni, e una ripresa di “almeno due settimane”. Infine, il terzo round di colloqui dopo un secondo stop. “Per allora – ha spiegato l’inviato Onu – crediamo che dovremmo avere, non dico un accordo, ma almeno una chiara roadmap, perche’ questo e’ quello che la Siria si aspetta da noi”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.