TwitterFacebookGoogle+

Siria: islamisti espugnano ultima base aerea lealista a Idlib

(AGI) – Nicosia, 9 set. – Dopo quasi due anni di assedio continuo i ribelli islamisti della coalizione chiamata Jaish al-Fatah, o Esercito della Conquista, hanno assunto il completo controllo della base aerea di Abu al-Douhour, l’ultima finora presidiata dalle forze fedeli a Bashar al-Assad nella strategica provincia nord-occidentale di Idlib: lo ha riferito Rami Abdel Rahman, direttore dell’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani, organizzazione dell’opposizione non radicale in esilio con sede a Londra.

La notizia e’ stata peraltro indirettamente confermata anche dalla televisione di Stato, che a sua volta ha annunciato la ritirata della guarnigione di stanza nel complesso in direzione della vicina provincia di Aleppo, piu’ a oriente. “Ora le Forze Armate non sono piu’ presenti a Idlib”, ha precisato Abdel Rahman, secondo cui l’assalto decisivo era scattato due giorni fa ed e’ stato finalizzato a tarda sera, quando gli insorti hanno cominciato a irrompere all’interno dopo aver sfondato le ultime linee nemiche. Si tratta di un successo soprattutto del Fronte al-Nusra, emanazione di al-Qaeda in Siria, che ha guidato l’offensiva sebbene all’interno dell’alleanza sia numericamente inferiore a un’altra fazione, i salafiti di Ahrar ash-Sham. I qaedisti del resto prevalgono nel nord-ovest della Siria, dove dallo scorso maggio sono passati da un successo militare all’altro, e possono adesso intensificare la pressione sulle zone costiere adiacenti, dove il regime mantiene le proprie roccheforti principali. Sul piano tattico, stando al direttore dell’Osservatorio, i miliziani si sono avvantaggiati dell’eccezionale tempesta di sabbia che, dopo essersi generata in Iraq e aver investito l’intero Medio Oriente, nella giornata di ieri si e’ abbattuta sull’area, impedendo cosi’ agli aerei governativi di levarsi in volo per bombardare gli assedianti. Nella provincia la presenza lealista e’ ormai circoscritta a due soli villaggi sciiti, Fuaa and Kafraya, dove pero’ non ci sono piu’ soldati regolari ma soltanto ‘shabbiha’, i paramilitari schierati con Damasco, appoggiati da un piccolo contingente di guerriglieri libanesi di Hezbollah, storici alleati del clan Assad. L’unica importante base aerea ancora controllata dai governativi nella regione resta cosi’ quella di Kweiris, situata peraltro una quindicina di chilometri a est di Aleppo e quindi distante da Abu al-Duhur una cinquantina di chilometri in direzione nord: la circondano peraltro i jihadisti dello Stato Islamico, di cui il Fronte al-Nusra e’ il principale rivale in seno alla galassia islamista siriana. .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.