TwitterFacebookGoogle+

Siria, Russia annuncia 4 nuovi corridoi umanitari da Aleppo

Mosca – Il ministero della Difesa russo ha annunciato l’imminente apertura di quattro nuovi corridoi umanitari per consentire “ai civili” l’uscita dai “quartieri di Aleppo controllati dai ribelli” nella parte est della citta’ siriana, che andranno ad “aggiungersi a quelli gia’ preparati”, al momento tre come annunciato l’altroieri: le vie d’uscita diverranno dunque in totale almeno sette. Secondo il portavoce del dicastero, generale Serghei Tchvarkov, “dall’inizio dell’operazione 169 civili hanno abbandonato le zone in mano ai gruppi armati illegali attraverso i varchi di uscita”: piu’ precisamente, 85 lo avevano fatto ieri e 52 nella mattinata odierna. L’agenzia di stampa ufficiale ‘Sana’ aveva invece genericamente parlato di “decine di famiglie”.

Al computo vanno aggiunti 69 insorti, che hanno deposto le armi e si sono consegnati agli avversari. Il governo siriano ha “predisposto sei centri di assistenza in grado di accogliere fino a tremila persone”, 59 delle quali hanno gia’ ricevuto cure mediche. Sempre stando a Mosca, nell’area dei punti di passaggio dal settore orientale a quello occidentale sono state consegnate 14 tonnellate di aiuti, tra viveri, medicinali e altri generi di prima necessita’, mentre 2.500 kit di soccorso vi sono stati sganciati per via aerea. L’iniziativa russo-lealista ha incontrato diffidenza e critiche da parte delle Nazioni Unite, delle opposizioni ma anche di numerosi Paesi terzi, a cominciare da Stati Uniti e Francia. Si teme infatti si tratti di un espediente per svuotare le zone abitate e procedere alla loro conquista definitiva, magari radendole prima al suolo. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.