TwitterFacebookGoogle+

Siria: Usa e Francia, Russia ha colpito ribelli e non Isis

(AGI) – Washington, 30 set. – I raid russi in Siria non hanno avuto nel mirino obiettivi dello Stato islamico. Lo sostengono americani e francesi. Secondo l’Osservatorio siriano dei diritti umani i raid russi hanno colpito obiettivi a Rastan e Talbisseh, nella provincia di Homs, dove si era concentrato nello stesso tempo il fuoco dei caccia siriani. In nessuna di queste aree, e neanche a Zaafarani, anche questa obiettivo dei raid di Assad, e’ rilevata una presenza importante dello Stato islamico. “Se hanno colpito a Homs, come sembra”, ha affermato una fonte militare di Parigi, non e’ lo Stato islamico l’obiettivo ma probabilmente i gruppi di opposizione. Cio conferma che “i russi, ndr) vanno piu’ in aiuto di Assad che contro il Daesh (Isis, ndr). Le aree colpite sono, invece, controllate dai ribelli di al Nusra, legati ad al Qaeda e da una coalizione armata ostile al regime di Damasco. Secondo il governatore della provincia di Homs, Talal al Barazi, a bombardare e’ stata solo l’aviazione siriana, mentre quella russa si e’ limitata a operare ricognizioni aeree in appoggio. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.