TwitterFacebookGoogle+

Sisma in Iran e Iraq: 170 morti e 1000 feriti

È di quasi 170 morti e di oltre 1000 feriti il bilancio del terremoto di magnitudo 7.3 che ha colpito nella notte il confine tra Iraq e Iran. Lo riferiscono i servizi di emergenza locali.

Secondo il centro di sismografia nazionale il terremoto è stato di 7,3 gradi e ha colpito l’est dell’Iraq e l’ovest dell’Iran. Secondo il centro di sismografia europeo-mediterraneo, l’intensità del sisma e’ stata invece di 7.6 gradi. L’istituto di studi iraniano ha riferito che l’epicentro del sisma è stato in Iraq e i centri maggiormente danneggiati in Iran sono le cittadine di Ozgole, Tazè Abad e Bayengan, tutte e tre nella regione di Kermanshah, a maggioranza curda.
In Iraq il terremoto è stato avvertito nelle città di Baghdad, Najaf, Karbala e Mosul; in Iran a Tabriz, Hamedan, Elam, Khorram Abad, Sanandaj e persino nel porto di Bushehr, sul Golfo Persico. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.