TwitterFacebookGoogle+

Smog in lattina, il souvenir kitsch con "aria di Pechino"

Roma – Tutto fa business, persino lo smog. è la trovata di un imprenditore britannico, che sulla scia del successo dello scorso anno delle lattine di “aria pura” provenienti dal Canada e dalle Highlands scozzesi, ha deciso di inscatolare ciò che a Pechino non scarseggia: lo smog. Il target principale? I nostalgici, quelli che l’atmosfera della capitale cinese vorrebbero sentirla anche a costo di respirare aria malsana. L’imprenditore è Dominic Johnson-Hill, a Pechino da 22 anni, il quale ha iniziato di recente a confezionare “per gioco” una miscela di “azoto, ossigeno e altra roba”, come si legge sull’etichetta. Sulla lattina dal colore blu cielo una scritta insolita: “Beijing Tianqi”, ovvero “Aria di Pechino”, ma una scritta sul retro avverte: “Rischio soffocamento”. Ogni giorno sono centinaia le lattine vendute; il souvenir, al costo di tre euro, è richiesto anche all’estero. “Sono sbalordito – commenta l’imprenditore a Ruptly TV, una video news agency con sede a Berlino – perchè dal momento del lancio, soprattutto online, abbiamo registrato migliaia di ordini. Ho appena ricevuto due messaggi WeChat da cinesi residenti a Cambridge, che mi chiedono dove poter acquistare le lattine… sembra che sentano molto la mancanza della loro città”. Come commenta un utente nostalgico su Weibo (il Twitter cinese): “Lo smog ha il sapore di casa, è lo smog l’aria pura di Pechino”. E proprio in queste ore l’aria di Pechino torna a raggiungere livelli di allerta tali, da costringere il National Meteorological Center a decretare il livello ‘giallò, il terzo più alto nella scala di colori utilizzata per l’inquinamento atmosferico, a causa dell’alta percentuale di Pm 2.5. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.