TwitterFacebookGoogle+

Sony: nessun attacco nordcoreano, sospetti su ex dipendente

(AGI) – Washington, 30 dic. – Per il leader nordcoreano Kim Jon-un sarebbe uno splendido regalo di Natale, in cui non crede, seppur in ritardo. Negli Usa, nonostante l’Fbi sia convinta che dietro il cyber-attacco contro la Sony Pictures del 24 novembre ci siano gli 007 di Pyongyang, sulla stampa americana circola la pista che l’effrazione digitale sarebbe stata opera di un dipendente della societa’, che dopo 10 anni di lavoro ad alto livello nel settore digitale, sarebbe stato licenziato a maggio. Secondo quanto riferisce la societa’ di sicurezza cibernetica ‘Norse’ l’attacco sarebbe stato opera di 6 persone, inclusi altri due residenti negli Usa, uno in Canada, uno a Singapore ed uno in Thailandia.

All’ex dipendente si e’ arrivati tracciando la sua attivita’ sulla rete tra cui decine di ‘post’ anti-Sony diffusi sui social network ma soprattutto i suoi legami, lungo canali criptati, con hacker attivi in Europa ed Asia. La ‘scoperta’ di Norse non e’ affatto conclusiva, riferiscono gli stessi responsabili, ma tra gli esperti del settore sono stati in molti a sollevare dubbi sull sicumera con cui l’Fbi punto’ il dito contro Pyongyang, non per la pericolosita’ del regime, ma per la rapidita’ con cui venne trovato il colpevole. L’unica a sapere la verita’ potrebbe essere il grande orecchio ed occhio digitale della National Security Agency (Nsa) che finora non si e’ espressa perche’ le indagini – il reato e’ avvenuto negli Usa – sono di competenza dell’Fbi. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.