TwitterFacebookGoogle+

Sorpreso a fare pipì sulla fontana 'fascista' di Brescia, denunciato un 28enne

Ha fatto pipì nella fontana davanti al basamento che storicamente ospitava la statua “Era fascista” di Arturo Dazzi in Piazza Vittoria a Brescia ed è  stato denunciato. È accaduto la notte scorsa sotto gli occhi di un residente che ha chiamato i carabinieri. Le Forze dell’ordine sono intervenute e hanno trovato un gruppetto di giovani che urlavano vantandosi del gesto. Alla fine un 28enne del Bangladesh, responsabile di aver scambiato una fontana per un bagno pubblico, è stato denunciato.

La statua nel dopoguerra è stata oggetto numerose contestazioni antifasciste, ed è stata rimossa nel 1945. Nel 2013 la giunta guidata di Adriano Paroli ha dato il via al restauro, al fine di ricollocarla in un progetto di “riqualificazione generale della piazza”, ma la successiva amministrazione di Emilio Del Bono ha bloccato il progetto. Ad oggi si dibatte ancora sulla necessità o meno di reintrodurre la statua.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.