TwitterFacebookGoogle+

Sostenete Haftar o rischiate attentati

Roma – Il governo italiano “deve cambiare la sua politica in Libia e sostenere l’esercito del generale Khalifa Haftar, l’unico in grado di garantire la sicurezza delle coste”. Lo ha affermato Ali Al Qatrani, uno dei vicepremier del governo di unità nazionale, braccio destro di Haftar e rappresentante del parlamento di Tobruk, sottolineando il rischio che terroristi infiltrati tra i migranti possano compiere attentati in Italia. “Dai nostri 1.100 chilometri di coste della Cirenaica, grazie all’esercito non è mai partito un solo migrante”, ha sottolineato Al Qatrani, a margine di un incontro organizzato con alcuni parlamentari da Nicola Ciracì, dei Conservatori e riformisti, “noi potremmo anche lasciare le coste aperte, in 250mila stanno tentando di passare dal Sudan, se non controlliamo l’area è un rischio per l’Italia: dicono che sono migranti, ma stanno cercando di arrivare qui (in Italia, ndr) per farsi esplodere”, ha proseguito al Qatrani. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.