TwitterFacebookGoogle+

South Stream: Russia non si attende richieste da ex partner

(AGI) – Mosca, 22 dic. – La Russia sta discutendo con alcuni dei suoi ex partner del South Stream questioni legali legate alla decisione di interrompere la pipeline. Tuttavia Mosca non si attende richieste finanziarie da questi paesi. Lo afferma il ministro dell’Energia russo, Alexander Novak, al quotidiano Kommersant. “Capiamo che i paesi, attraverso i quali la pipeline sarebbe dovuta passare, si attendevano investimenti, creazione di posti di lavoro e un aumento delle entrate fiscali”, ha spiegato, “c’e’ uno studio legale sugli accordi intergovernativi che sono stati firmati nel 2008-2009”. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.