TwitterFacebookGoogle+

Spagna: Eta, mezzo secolo di sangue per sogno di Euskadi

(AGI) – Madrid, 21 set. – Nata nel 1958 come associazione studentesca per l’indipendenza basca, l’Eta (Euskadi Ta Askatasuna, che in lingua basca significa “Paese basco e liberta”) ha seminato il terrore in Spagna per mezzo secolo. L’obiettivo dell’organizzazione – che ha come simbolo un’ascia intrecciata a un serpente e si e’ avvicinata alla lotta armata negli anni ’60 – era quello di creare uno Stato socialista indipendente che comprendesse non solo le tre province attuali dei Paesi Baschi ma anche la comunita’ autonoma di Navarra e le tre province basche del sud-ovest della Francia. Dal primo attentato del 7 giugno 1968, l’uccisione di un membro della Guardia Civil, fino al 20 ottobre 2011, quando l’Eta ha comunicato la fine della lotta armata, si calcola che le persone rimaste uccise siano state oltre 850. Uno dei piu’ recenti attentati e’ stato quello del 30 dicembre 2006 all’aeroporto Barajas di Madrid, che ha provocato due vittime. Con l’arresto in Francia di due capi storici dell’organizzazione, David Pla e Iratxe Sorabal, Madrid ha affermato che l'”Eta e’ stata completamente decapitata”. I due – un uomo di 40 anni e una donna di 43 – erano i terroristi ‘most wanted’ in Spagna. Proprio loro, ritengono le autorita’ iberiche, avevano letto nel 2011 – con il volto coperto – il comunicato con cui il gruppo ha dichiarato il cessate il fuoco. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.