TwitterFacebookGoogle+

Spazio: positivi i primi test con stampante 3D italiana

(AGI) – Roma, 2 feb. – Stampare in 3d nello spazio e’ sempre piu’ una realta. Lo ha dimostrato l’astronauta Scott Kelly che ha attivato “Portable on Board Printer 3D”, la stampante tridimensionale progettata e realizzata in Italia che ha l’obiettivo di creare pezzi di ricambio e strumenti di lavoro direttamente in orbita. Durante l’esperimento, iniziato alle 13 di oggi e durato un’ora, tutto si e’ svolto secondo programma ed e’ stato creato un piccolo oggetto di PLA, una plastica biocompatibile e biodegradabile che, una volta espulsa, permette di comporre le forme 3D. L’intera sessione e’ stata filmata attraverso una finestra trasparente della stampante stessa, consentendo il monitoraggio visivo da terra. L’oggetto fabbricato verra’ comparato con un altro analogo stampato a terra, per poter approfondire le diversita’ strutturali. “Il progetto ha coinvolto un team coordinato dall’Agenzia Spaziale Italiana, in costante contatto con NASA, composto da tecnici e ricercatori di tre industrie nazionali – ha commentato Gabriele Mascetti responsabile dell’unita’ Volo Umano e Microgravita’ dell’Asi – l’utilizzo in orbita della Portable on Board Printer rappresenta un’ulteriore dimostrazione della capacita’ italiana di ambire e raggiungere traguardi di elevato livello, sia in termini di successo tecnologico che di efficace cooperazione internazionale”. Portable on board printer rappresenta il primo passo verso l’autoproduzione strumenti in orbita. In futuro sara’ possibile creare dei veri e propri impianti di produzione digitale e automatizzata a bordo della ISS e di altri veicoli, riducendo notevolmente il costo delle prossime missioni spaziali. (AGI)

.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.