TwitterFacebookGoogle+

Sport addio, nove giovani su 10 sono sedentari

(AGI) – Milano 27 ott. – Nove giovani su 10 sono sedentari. Uno
su 3 non conosce i metodi contraccettivi e le malattie a
trasmissione sessuale. Questi, in estrema sintesi, i motivi per
cui e’ nato il sito interattivo www.sballatidisalute.it, da
oggi online. Realizzato dall’Osservatorio nazionale dulla
salute della donna (O.N.DA) – con il contributo del ministero
dell’Istruzione, dell’Universita’ e della Ricerca – il sito e’
dedicato agli studenti delle scuole medie superiori. Il
progetto, volto a sensibilizzare gli adolescenti sulle sane
abitudini di vita e sull’importanza della prevenzione primaria
e secondaria, dovrebbe raggiungere 7 milioni di giovano in
tutta Italia. “In base ai dati forniti dall’Organizzazione
Mondiale della Sanita’ – ha spiega Francesca Merzagora,
presidente O.N.Da – in tutto il mondo sono in costante aumento
tra i giovani le malattie a trasmissione sessuale e l’utilizzo
di sostanze stupefacenti. Inoltre, secondo il sistema di
sorveglianza del ministero della Salute (OKkio alla salute),
soltanto 1 ragazzo italiano su 10 pratica attivita’ fisica
regolare. Questi sono solo alcuni dei datiallarmanti che
testimoniano una disinformazione giovanile preoccupante
riguardo i corretti stili di vita. Ecco perche’ l’Osservatorio
ha ritenuto indispensabile creare uno strumento dedicato agli
adolescenti, dove i ragazzi possano informarsi in autonomia su
alcuni argomenti delicati, che hanno difficolta’ ad affrontare
con gli adulti”.

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.