TwitterFacebookGoogle+

Staff Trump ammette che Obama è nato in Usa

Washington – La elettorale del candidato repubblicano alla Casa Bianca, Donald Trump, ha affermato che il suo capofila sa che il presidente americano, Barack Obama, e’ nato negli Stati Uniti. Ma in un’intervista al Washington Post il magnate newyorkese non ha voluto riconoscere che Obama sia nato su suolo statunitense e ha affermato che parlera’ della questione “al momento opportuno”. Nel 2011, poche settimane prima che Obama rendesse pubblico il suo certificato di nascita alle Hawaii, Trump aveva abbracciato con forza una teoria cospirativa secondo cui il presidente americano e’ venuto al mondo in un altro Paese, presumibilmente il Kenya.

Dopo l’intervista al Washington Post, la candidata democratica alla Casa Bianca, Hillary Clinton, ha approfittato dell’occasione per contestarlo: “Gli e’ stato chiesto ancora una una volta: dove e’ nato il presidente Obama? E non ha detto le Hawaii, non ha detto gli Stati Uniti”. Pochi minuti dopo, quindi, il portavoce della campagna di Trump, Jason Miller, ha detto che il magnate “crede che il presidente Obama e’ nato negli Stati Uniti”. Anche se il riconoscimento da parte del suo entourage non e’ nuovo, Trump non ha ancora ammesso direttamente che Obama e’ nato in Usa e non in un altro Paese. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.