TwitterFacebookGoogle+

Stati Uniti: il matrimonio gay diventa legale in altri cinque stati

Stati Uniti: il matrimonio gay diventa legale in altri cinque stati06/10/2014 – di

Mossa a sorpresa della Corte Suprema, che permette alle coppie gay di Virginia, Oklahoma, Utah, Wisconsin e Indiana di sposarsi fin dalle prossime ore.

Mossa a sorpresa della Corte Suprema degli Stati Uniti che, grazie a un non-verdetto, permetterà alle coppie omosessuali americane di sposarsi in cinque stati  – Virginia, Oklahoma, Utah, Wisconsin e Indiana – dove i matrimoni tra persone dello stesso sesso erano stati precedentemente proibiti.

La Corte Suprema a Washington - Foto: Mark Wilson/Getty Images

La Corte Suprema a Washington – Foto: Mark Wilson/Getty Images

I MATRIMONI GAY SONO LEGALI IN ALTRI CINQUE STATI – I giudici della Corte Suprema hanno respinto i ricorsi presentati dai cinque stati di cui sopra, lasciando quindi in vigore le disposizioni dei tribunali di grado inferiore che avevano annullato il divieto di celebrare matrimoni gay. Una notizia positiva per tutte le coppie dello stesso sesso che vogliono sposarsi, ma che nasconde anche un rovescio della medaglia: la decisione della Corte Suprema è indice del fatto che non è previsto – per lo meno non entro tempi brevi – l’arrivo di una legge nazionale. Questo significa che le controversie – in quegli stati dove i matrimoni gay continuano a essere illegali – saranno destinate a proseguire. Nonostante questo si tratta di un precedente importante e le associazioni per i diritti degli omosessuali hanno accolto con soddisfazione la notizia: «Ogni volta che viene esteso il diritto al matrimonio per le coppie dello stesso sesso bisogna festeggiare – ha detti Chad Griffin, presidente di Human Rights Campaign – Oggi è un giorno di gioia per tutte quelle coppie che potranno immediatamente beneficiare della decisione presa dalla Corte Suprema».

 

LEGGI ANCHE: Unioni civili, la legge arriverà in autunno

 

DECISIONE CON EFFETTO IMMEDIATO – Con la decisione di oggi, spiega Reuters, il numero degli stati americani dove il matrimonio gay è legale potrebbe presto passare da 19 a 30, con North Carolina, West Virginia, South Carolina, Wyoming, Kansas e Colorado che potrebbero far parte della prossima “tornata” nella legalizzazione dei matrimoni gay. La decisione della Corte Suprema ha effetto immediato: questo significa che le coppie che desiderano sposarsi possono farlo fin d’ora e non è escluso, sottolinea ancora Reuters, che in molte città di Virginia, Oklahoma, Utah, Wisconsin e Indiana possa scattare la “corsa al matrimonio” fin dalle prossime ore. Quanto deciso oggi dai giudici è la dimostrazione del sempre più ampio supporto dell’opinione pubblica nei confronti dei matrimoni gay e a favore della fine dei divieti in tutti gli stati.

(Photocredit copertina: Kevork Djansezian/Getty Images)

Original Article >> http://www.giornalettismo.com/archives/1624903/uniti-matrimonio-gay-diventa-legale-in/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.