TwitterFacebookGoogle+

Sterlina ai minimi da 31 anni, borse a picco. Vola l'oro

Roma – Panico sui mercati mondiali dopo una notte trascorsa con il fiato sospeso nell’attesa dell’esito del combattuto referendum sulla Brexit. La sterlina affonda di oltre il 10% a quota 1,3305 dollari, il minimo da 31 anni, mentre i ‘Leave’ sono dati in testa e praticamente vincenti nello spoglio delle schede. La Borsa di Tokyo perde oltre l’8% sull’onda dei risultati referendari in arrivo dalla Gran Bretagna: per il mercato nipponico si e’ trattato della peggiore giornata del marzo 2011, il crollo causato dall’incidente alla centrale nucleare di Fukushima dopo il devastante terremoto. Tutte le borse asiatiche in netto calo: Hong Kong va giu’ del 4,67% e Shanghai del’2,76%.

Vola il prezzo dell’oro. Sul circuito elettronico l’oro avanza dell’8% inoltro a quota 1,330 dollari l’oncia, al top dal marzo 2014. L’euro apre in calo sotto quota 1,10 dollari, la moneta europea passa di mano a 1,0996 dollari e 111,98 yen. Dollaro/yen a giu’ a 101,74 dolari, dopo essere sceso sotto quota 100. La sterlina e’ a 1,3408 dollari, dopo un minimo dal 1985 i oltre il 10% di 1,3229 dollari. L’effetto Brexit fa lievitare i beni rifugio. Il franco svizzero avanza a 1,0708 sull’euro, dall’1,0624 di questa notte. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.