TwitterFacebookGoogle+

Strage Isis nel sud-est della Turchia, 50 i morti – FOTO

Ankara, 21 ago. – Strage alla festa di nozze di un un militante del partito turco filocurdo Hdp a Gaziantep, vicino al confine sud-orientale con la Siria. Un kamikaze si è fatto esplodere tra gli invitati e ha causato almeno 50 morti, tra cui molti bambini, e un centinaio di feriti. Gli sposi non sono fra le vittime, ma lo sposo è rimasto ferito.

Il presidente turco, Recep Tayyp Erdogan, in un comunicato ha puntato il dito contro l’Isis. Erdogan ha premesso che “non c’e’ differenza” tra Fetullah Gulen, il predicatore in esilio considerato dal governo di Ankara l’ispiratore del tentato golpe del 15 luglio scorso, il Pkk e l’Isis, “probabile autore dell’attentato di Gaziantep”. “Il nostro Paese, la nostra nazione – aggiunge Erdogan – non possono che reiterare un solo e unico messaggio a coloro che ci attaccano: sarete sconfitti”.

“Il numero di persone uccise a causa dell’attentato terroristico e’ al momento di 50”, ha annunciato il governatore della provincia, Ali Yerlikaya. Un bilancio precedente parlava di 30 persone uccise e di 94 feriti. L’attentato ha preso di mira una festa di nozze a cui si sarebbe infiltrato un kamikaze, di cui è stato rinvenuto il gilet esplosivo. Le immagini postate sui social network hanno mostrato molte persone coperte di sangue, tra cuidonne e bambini, ma anche anziani.
La festa di nozze i svolgeva all’aperto in un quartiere centrale di Gaziantep, al confine tra Turchia e Siria, a forte concentrazione curda.

Il Papa si è unito al cordoglio per la strage: “Mi ha raggiunto la triste notizia dell’attentato sanguinario che ha colpito la cara Turchia. Preghiamo per le vittime e i feriti e chiediamo il dono della pace per tutti”, ha detto Francesco all’Angelus in piazza San Pietro. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.