TwitterFacebookGoogle+

Strappo di Renzi "distanti da Ue su migranti ed economia"

Bratislava – Sulla questione migratoria e sulla politica economica c’è una “maggiore distanza” tra l’Italia e l’Ue. Lo ha affermato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, presentandosi solo, senza i colleghi di Germania e Francia, al termine del vertice informale di Bratislava. “Non sono soddisfatto delle conclusioni del vertice”, ha detto senza mezzi termini, “sulla crescita e l’immigrazione. Non posso andare in conferenza stampa con loro se non condivido alcune cose. E’ anche un valore se su alcune cose non la pensiamo come gli altri”. 

“I due punti su cui l’Italia vede una maggiore distanza fra le proprie proposte e la realta’ sono da un lato la questione migratoria e i rapporti con l’Africa, dall’altra la politica economica”, ha detto Renzi. “E’ evidente” che la politica economica Ue “non abbia funzionato”, ha sottolineato al termine del vertice, “e infatti l’Europa cresce meno degli Stati Uniti”. Renzi ha attaccato quindi il meccanismo del fiscal compact: “Secondo noi non ha futuro”. Al vertice di Bratislava ci sono stati “alcuni passi avanti ma siamo ancora abbastanza lontani dal disegno di Europa che abbiamo in testa”, ha aggiunto il presidente del Consiglio. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.