TwitterFacebookGoogle+

Studente Usa morto: incidenti e omicidi, 5 casi dal 1999

Roma – Vittime di incidenti, rapine e a volte solo della loro stessa imprudenza: sono diversi i giovani americani per i quali il periodo di studio da trascorrere a in Italia e’ finito in tragedia.

14 gennaio 2015 – Andrew Mogni, ventenne del’Illinois, anche lui studente della John Cabot University, precipita da ponte Sisto e finisce sulla banchina del Tevere. Aveva trascorso la serata insieme con alcuni amici in un locale del centro storico e dopo averli lasciati dicendo che sarebbe andato a dormire non era mai rientrato nel suo alloggio. Muore dopo mesi di agonia nell’ospedale di Chicago in cui era stato trasferito.

22 febbraio 2014 – John Durkin, ventunenne del New Hampshire, viene travolto e ucciso da un treno metropolitano tra la stazioni di Trastevere e San Pietro. La scomparsa era stata denunciata dal preside del college ‘The Barbieri center’ del quale era ospite. Era stato visto per l’ultima volta dai suoi amici nei pressi di un pub di Campo de’ Fiori, nella zona della movida romana.

11 marzo 2005 – Due giovani americani decidono di fare un bagno nel Tevere e all’alba si tuffano dall’argine del fiume all’altezza di Ponte Cestio. Uno dei due risale, il secondo, Andrew Holter Douglas, studente ventunenne del Minnesota a scompare nelle acque. Il cadavere viene ripescato solo mesi dopo.

14 marzo 2004 – John Thomas Petter, ventunenne studente del Minnesota, viene accoltellato a morte a Firenze da un rigattiere che lo scambia per un ladro. La figlia dell’omicida aveva chiamato il padre dopo aver visto due sconosciuti, John e una sua amica, entrare nel giardino di casa dietro di lei. L’uomo tenta inutilmente di allontanare i due, visibilmente ubriachi. Segue una colluttazione nella quale il giovane viene colpito con un coltello a serramanico.

14 novembre 1999 – Robert Patrick Stone, ventenne newyorkese, precipita per quindici metri dal sagrato della Basilica dell’Ara Coeli, al Campidoglio. Frequenta l’universita’ a Firenze e da qualche giorno e’ nella capitale con un amico e il padre di questi. I tre decidono di salire tutta la scalinata della Basilica, ma arrivati in cima Stone si sporge da un muretto per scattare una foto e, sbilanciato dal peso dello zaino che porta in spalla, cade nei giardini del fossato sottostante. (AGI)
Uba

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.