TwitterFacebookGoogle+

Sulla bomba carta a Roma si segue la pista anarchica

Una fortissima esplosione ha scosso alle 9 e 30 il quartiere Piramide a Roma, dove una bomba carta è scoppiata vicino all’ufficio postale di via Marmorata, senza causare feriti. L’ordigno rudimentale è esploso tra due automobili, una delle quali è rimasta danneggiata. Sul posto sono intervenuti immediatamente gli artificieri, la polizia e i carabinieri. 

La Procura di Roma aprirà a breve un fascicolo sull’accaduto. In attesa di una informativa delle forze dell’ordine che consenta di formulare una precisa ipotesi di reato, la pista più accreditata punta su una matrice anarchica. 

Il racconto dei testimoni

Secondo alcune testimonianze raccolte, le esplosioni sarebbero state due. “Ho udito distintamente due boati”, racconta all’Agi Stefano Cedroni, barista del chiosco “Tram Depot”, vicino alle Poste davanti alle quali è scoppiato l’ordigno. E come lui la pensano molti degli abitanti della zona arrivati sul posto. “Ci sono state due esplosioni a distanza di due-tre secondi, la prima è stata piu’ lieve e la seconda più forte”, continua Stefano. La prima volta “ho pensato che si trattasse di un incidente, la seconda ho capito che eravamo di fronte a qualcosa di più grosso. Ha fatto tremare il chiosco”. “Era troppo forte, si è capito subito che non si trattava di un incidente”, aggiunge un altro testimone. 

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.