TwitterFacebookGoogle+

Suor Fosca: “Assurdo paragone per il burkini”

Il dibattito sul burkini continua ad infiammare la politica italiana e non solo. E così Suor Fosca spiega qual è la differenza tra le suore e le donne islamiche

Franco Grilli – Ven, 19/08/2016 –

Il dibattito sul burkini continua ad infiammare la politica italiana e non solo.

C’è chi, come ad esempio il ministro Alfano, si dice contrario ad un divieto che potrebbe ledere la libertà di culto e chi, come ad esempio le opposizioni, chiede sanzioni per chi lo indossa al mare rivendicando così i valori dell’Occidente. Ma adesso a parlare del burkini è una suora. Tra le vari temi che riguardano questo dibattito qualcuno, a difesa del burkini, si chiede perché di fatto le suore debbano vestorsi in modo casto e le donne musulmane invece debbano scoprirsi. E a questo interrogativo risponde proprio una suora, la superiora del convento delle Francescane Missionarie di Maria di piazza Piattellina a Firenze, la 82enne Suor Fosca: “Bisogna fare le debite distinzioni: a noi il velo non lo impone nessuno, e infatti in questo monastero su undici sorelle in tre hanno deciso di non portarlo. Sul burqini, invece, ho qualche dubbio…”, afferma al Corriere Fiorentino. Poi aggiunge: “Mi fa ridere chi accosta le suore, che volontariamente hanno fatto una scelta di vita, alle donne islamiche in burqini che, molto spesso, sono soggiogate dagli uomini che le considerano una sorta di loro proprietà”.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/suor-fosca-assurdo-paragone-burkini-1297639.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.