TwitterFacebookGoogle+

Tabaccaia uccisa: Asti, convalidato fermo per l'omicida reo confesso

(AGI) – Asti, 27 lug. – Il Gip di Asti Giorgio Morando ha convalidato il fermo di Pasqualino Folletto, reo confesso dell’omicidio di Maria Luisa Fassi, uccisa con 45 coltellate nella sua tabaccheria lo scorso 4 luglio. L’udienza di convalida, nel carcere di Quarto, e’ durata pochi minuti. “Ha confermato la sua confessione – ha spiegato uno dei legali dell’uomo, Silvia Merlino – ha collaborato su tutto. Ci sono pero’ dei particolari che non e’ ancora riuscito a spiegare, perche’ e’ molto provato, confuso. Piange, e’ in uno stato di grande prostrazione”. L’uomo, che rimane in carcere con l’accusa di rapina e omicidio, e’ sorvegliato a vista per timore che possa farsi del male. “Il suo primo pensiero sono i figli – ha aggiunto l’avvocato Merlino – ha chiesto se puo’ lavorare in carcere per poterli mantenere. Intanto abbiamo presentato istanza per il permesso di colloqui con la moglie”. Alla base dei problemi economici dell’uomo ci sarebbero un mutuo e un finanziamento, denaro che faticava a restituire, e alcune spese per sanzioni amministrative non pagate e che erano con il tempo lievitate, oltre alle spese mediche per i problemi di salute della figlia. L’uomo avrebbe negato invece di essere un giocatore abituale. Per quanto riguarda la tabaccheria da rapinare, l’uomo l’avrebbe scelta a caso e non perche’ priva di telecamere di sorveglianza. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.