TwitterFacebookGoogle+

Tagli all’Ospedale, via anche il prete

 Tagli all’Ospedale, via anche il preteLa convenzione per l’assistenza religiosa con la Curia trasferisce il personale al Marconi di Cesenatico

MERCATO SARACENO – La riforma che ha visto il passaggio della struttura ospedaliera Cappelli di Mercato Saraceno da ospedale a nucleo operativo per cerebrolesi gravi, continua a portare con sé cambiamenti nell’assetto del presidio. L’ultimo in ordine di tempo riguarda l’assistenza religiosa. Da quest’anno non ci sarà più. Secondo la delibera approvata dall’Azienda sanitaria regionale, sacerdoti e religiosi in servizio dovranno essere impiegati in strutture dove sono più necessari, come l’Ospedale Marconi di Cesenatico.

La ristrutturazione si colloca nel contesto di un più ampio ripensamento dell’assistenza religiosa nei presidi sanitari di competenza dell’Ausl di Cesena, che ha visto una generale contrazione del personale a disposizione. In particolare, nella precedente convenzione stipulata nel 1991 con la diocesi erano previsti nell’ospedale di Cesena 3 assistenti spirituali, uno a Cesenatico per 15 ore settimanali, uno a San Piero in Bagno per 13 ore settimanali, uno a Mercato Saraceno per 9 ore settimanali e uno all’ospedale di Savignano per 19 ore settimanali. Con l’andare del tempo, tuttavia, l’assistenza si era comunque ridotta, e attualmente prevedeva questa organizzazione: 2 assistenti a tempo pieno a Cesena, uno a San Piero in Bagno per 13 ore settimanali e uno a Mercato Saraceno per 9 ore settimanali.

Distribuzione che la dirigenza dell’Ausl ha comunque deciso di dover rivedere perché non più adeguata alle modifiche sulla dotazione fisica e funzionale dei posti letto aziendali, riferita in particolare al Bufalini di Cesena, al Marconi di Cesenatico e all’Angioloni di San Piero in Bagno. Questo anche alla luce dei profondi mutamenti che hanno coinvolto gli altri due presidi sul territorio: quelli di Savignano sul Rubicone e di Mercato Saraceno, passati a “Ospedali di comunità”; il primo con funzione di ricovero Hospice per ammalati di tumore, e il secondo destinato al progetto regionale Nucleo Gracer, per ricoveri di cerebrolesi gravi.

Insomma, alla fine si è stabilito di concentrare il servizio,assegnando due assistenti religiosi al Bufalini, uno per 13 ore settimanali all’Angioloni di San Piero in Bagno e uno per 9 ore settimanali al Marconi di Cesenatico.  Per il servizio l’Azienda ospedaliera sosterrà nei confronti della Curia una spesa di 86 mila 122 euro, stabilita sulla base dei parametri indicati dalla legge regionale del 1989 che regolamenta l’assistenza religiosa nelle strutture di ricovero delle Aziende sanitarie.  La nuova convenzione è stata approvata dopo accordo tra le parti il 16 dicembre 2013. Secondo i nuovi parametri stabiliti dalla Regione, il Bufalini dispone di 462 posti letto, il Marconi di 54 e l’Angioloni di 40.

http://www.romagnanoi.it/news/home/1198238/Tagli-all-Ospedale–via-anche.html

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.