TwitterFacebookGoogle+

Tangente da 2 milioni dollari, nei guai ministro Economia russo

Mosca – Il ministro russo dell’Economia, Alexey Ulyukayev, è stato arrestato con l’accusa di avere intascato una tangente da 2 milioni di dollari. Gli inquirenti sostengono che Ulyukayev avrebbe intascato la tangente nell’ambito dell’operazione con la quale il mese scorso il colosso petrolifero russo Rosneft, controllato dallo Stato, ha acquisito il 50 per cento di Bashneft , un’altra societa’ del settore petrolifero, per circa 5 miliardi di dollari. Le accuse “sono molto serie”, ha riferito il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, secondo cui “si tratta di accuse serie che richiedono prove molto serie. In ogni caso – ha aggiunto – ogni cosa sarà decisa dalla magistratura”. L’inchiesta è stata aperta dal comitato investigativo che risponde direttamente al presidente russo, Vladimir Putin. Secondo gli inquirenti si tratta di un caso di corruzione “su vasta scala” basata su indagini realizzate dalla Fsb, i servizi di sicurezza controllati da Putin.  

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.