TwitterFacebookGoogle+

Tav: a Torino processo a De Luca, "oggi sapro' quanta prigione vogliono darmi"

(AGI) – Torino, 21 set. – E’ ripreso questa mattina al tribunale di Torino il processo allo scrittore Erri De Luca, imputato di istigazione a delinquere in relazione ad alcune dichiarazioni sui sabotaggi della Tav contenute in un’intervista rilasciata nel 2013. L’udienza si e’ aperta con la requisitoria del pm Antonio Rinaudo che insieme al collega Andrea Padalino sostiene l’accusa. Presente in aula De Luca, mentre tra il pubblico ci sono alcuni simpatizzanti No Tav, tra cui il leader del movimento Alberto Perino. “Lunedi’ 21 settembre, entra l’autunno e io rientro nell’aula del processo. Ascoltero’ le richieste penali dei miei accusatori pubblici e di quello privato, della ditta. Sapro’ quanta prigione per me desiderano ottenere dalla sentenza. Sara’ la parte piu’ interessante, per i toni di voce e gli argomenti”. Cosi’ Erri De Luca, in una dichiarazione firmata pubblicata sul sito della sua Fondazione, commenta la riapertura del processo che lo vede imputato. “Poi – prosegue De Luca – la parola tocchera’ ai miei difensori Alessandra Ballerini e Gianluca Vitale. Spero che tutti siano brevi e che il giudice possa emettere la sentenza il giorno stesso. Altrimenti tocchera’ ritornare in aula in altra data. Grazie assai a chi mi ha dimostrato e mi dimostra sostegno, Erri”. .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.