TwitterFacebookGoogle+

“Te la farò pagare”: Don Nello Giraudo minaccia una sua vittima?

d_4bf3473bb9Non vuole rispondere alle domande del giornalista don Nello Giraudo che nel 2012 ha patteggiato un anno e sei mesi con la condizionale per un abuso compiuto nel 2005 in un campo scout Agesci su un adolescente.

Il contenuto audio della telefonata QUI

E di pochi giorni fa invece la notizia della presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica di Savona: lo stesso Giraudo infatti, avrebbe intimidito un’altra sua vittima in quel di Finale Ligure. Con un simpatico “Me la pagherai” avrebbe apostrofato infatti T.N. (le iniziali sono di fantasia) reo di averlo denunciato insieme ad altre nove vittime di abusi.

Sarà ora la magistratura a condurre le necessarie indagini e sarà il Giudice a decidere.

Nell’attesa, pubblichiamo la versione integrale dell’esposto omettendo ver ovvie ragioni nomi ed indirizzi.

***

Savona lì 14/01/2015
Alla c.a. del dott. Giovanni Battista Ferro
Oggetto: ESPOSTO

Spett.le
Procura della Repubblica presso il Tribunale di Savona CO Palazzo di Giustizia

Via XX Settembre 
17100 Savona

I sottoscritto T.N., classe 1984 ed residente a Finale Ligure, con la presente comunica a codesto Spettabile Ufficio quanto di seguito illustrato affinché siano presi i provvedimenti del caso.

In data 12/01/2015, alle ore 16:47 mi trovavo a Finale Ligure in Via Brunenghi all’altezza dell’hotel Florenz. Incontravo Don Nello Giraudo alla guida di uno schooter Dink con targa le cui iniziali sono CW.

Io stavo tornando a piedi dalla Farmacia di Finalborgo dove avevo acquistato dei farmaci per mio figlio minore e stavo camminando con le stampelle (purtroppo ho avuto un incidente stradale il 27/12/2014) in direzione del mio negozio.

Il sig. Giraudo ha effettuato inversione di marcia, benchè la strada sia a senso unico, ed ha iniziato ad inseguirmi. Mentre attraversavo sulle strisce pedonali per cercare di evitarlo, mi ha fermato ed ha esclamato in tono minaccioso: ”Dopo tutto il bene che ho fatto a te ed hai ragazzi e con tutto il bene che ti ho voluto… mi hai fatto questo!?! Te la farò pagare!!!”.

Era esplicito che si riferisse alla Denuncia che ho presentato al Magistrato Giovanni Battista Ferro in merito agli abusi da me subiti, le cui indagini sono in corso. Imbestialito e fuori di sé ha rincarato la dose ripetendomi:” Vedrai…te la farò pagare molto presto!”.

Il tutto è avvenuto in assenza di testimoni.

A quel punto, vedendo arrivare delle persone se ne è andato ed io, per timore che potesse tornare, ho cercato di affrettare il passo verso il mio negozio senza voltarmi. Lì ho raccontato l’episodio a mia moglie M. e poi ho telefonato al Sig. Zanardi Francesco, Presidente dell’Associazione “Rete L’Abuso”, per avvertirlo del fatto.

Mi sono poi recato presso la Caserma dei Carabinieri di Finale Ligure con l’intenzione di sporgere denuncia ma, essendo visibilmente agitato, il Maresciallo Martino, dopo avermi ascoltato, mi ha suggerito di tornare a casa, parlarne con mia moglie e, se davvero intenzionato a procedere, tornare il mercoledì pomeriggio durante il suo turno per effettuare la querela.

Il mio timore è che possa ripresentarsi e magari “colpire” non solo con minacce me, la mia famiglia o il mio negozio (so per certo che è a conoscenza dell’indirizzo di quest’ultimo).

Chiedo;
 ai sensi dell’art. 406, comma 3, c.p.p., di essere informato dell’eventuale richiesta di proroga dei termini delle indagini preliminari;

ai sensi dell’art. 408, comma 2 c.p.p., di essere informato circa l’eventuale richiesta archiviazione;
ai sensi dell’art. 335, comma 3 c.p.p., che le vengano comunicate le iscrizioni suscettibili di comunicazione;

Delego il sig. Francesco Zanardi nato a Torino il 19 luglio 1970, residente a Savona a depositare per mio conto il seguente esposto.

In fede T.N..

http://www.ninin.liguria.it/2015/01/26/leggi-notizia/argomenti/news/articolo/te-la-faro-pagare-don-nello-giraudo-minaccia-una-sua-vittima.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.