TwitterFacebookGoogle+

Tensione al corteo no Expo Tafferugli con la polizia a Milano

(AGI) – Milano, 30 apr.- Momenti di tensione al corteo No Expo che sta sfilando per le vie di Milano. In viale Majno alcuni antagonisti con cappucci e occhiali scuri si sono staccati dal corteo e hanno assaltato a colpi di vernice la sede dell’agenzia di lavoro interinale Manpower.

Alcuni di loro si sono attaccati alle inferriate della sede Manpower e hanno tentato di staccarle. Da una via adiacente sono intervenuti circa 30 poliziotti che hanno disperso gli incappucciati. Brevi tafferugli sono scoppiati tra i manifestanti e un operatore TV che stava filmando la scena.

Il corteo e’ proseguito per qualche minuto ma pochi metri dopo nuovi attimi di tensione: un uomo in giacca e cravatta ha esposto una bandiera tricolore da un balcone ed e’ stato colpito da alcune uova. Il corteo sta ora proseguendo verso Porta Venezia e dovrebbe concludersi al Pirellone.

 

Guarda la galleria fotografica

“Ho sempre molto rispetto per chi manifesta, ma non ne comprendo i motivi e soprattutto la contrapposizione con il messaggio sociale e morale di Expo: si parla di nutrizione, di energia, di trovare una soluzione alle diseguaglianze globali” ha affermato il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ai microfoni di SkyTg24.

“Il governo e’ disponibile ad ascoltare tutti, basta che la protesta resti civile e non si sfoci nella violenza”, ha aggiunto Galletti, secondo il quale “stiamo dando troppa importanza al lato economico, quello del bilancio e dei biglietti venduti, e poca al messaggio che si trasmette: e’ un’occasione importantissima per il Paese, presentiamo le eccellenze italiane al mondo e sara’ un grande volano per il turismo italiano.

L’importante e’ che non sia solo per sei mesi, ma produca effetti anche oltre”, ha continuato il ministro, spiegando che “questo sara’ un anno importantissimo sui temi ambientali: l’enciclica del Papa, la Cop21 a Parigi contro i cambiamenti climatici, questa Expo che parla di un tema essenziale per la pace, quello del cibo per sfamare tutto il Pianeta”. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.