TwitterFacebookGoogle+

Terremoto, scoppia caso Vespa, Fico "frasi criminali"

Roma – Tutto parte da un post sul blog di Beppe Grillo: “Vespa, Del Rio e i terremoti che ‘creano lavoro…'”. “Non volevo crederci quando ieri sera mi hanno invitato a guardare questo video. Ma purtroppo ho dovuto constatare con i miei occhi che, l’altra sera a Porta a Porta, il terremoto sia diventato il volano dell’economia”, scrive il consigliere comunale del MoVimento 5 Stelle di Pomigliano d’Arco, Dario De Falco, nel post rilanciato da Grillo sul suo blog, postando il video ‘incriminato’ di Vespa, riportando le parole del giornalista-conduttore: ‘Questa sarebbe una bella botta di ripresa per l’economia perche’ pensi l’edilizia che cosa non potrebbe fare'”. Il pentastellato, poi, riporta anche le parole di Delrio: “‘Adesso L’Aquila e’ il piu’ grande cantiere d’Europa e anche l’Emilia e’ un grandissimo cantiere in crescita, fara’ PIL'”. E ancora Vespa: “‘Dara’ lavoro ad un sacco di gente’. Menomale che in studio, Armando Zambrano, Presidente del Consiglio nazionale degli Ingegneri, ha detto che, con i soldi impiegati per riparare i danni dei terremoti, avremmo potuto mettere in sicurezza la stragrande maggioranza dei fabbricati che hanno dei problemi. Allora, forse, avremmo potuto evitare anche le stragi di tanti innocenti. E questo viene prima di qualsiasi economia perche’ la vita umana ha un valore inestimabile. Non ce lo dimentichiamo”, conclude il grillino.

Roberto Fico, presidente della commissione di Vigilanza Rai – “Sto scrivendo l’ennesima interrogazione su Bruno Vespa che ancora una volta si dimostra non adatto al servizio pubblico. Questa volta occorre una risposta chiara e definitiva, bisogna andare fino in fondo. Affermare che il terremoto produce economia e’ a dir poco criminale“, afferma Fico. “Affermazione grave, inscusabile. Dopo gli scempi della invito dei parenti dei Casamonica, del figlio di Toto’ Riina, ecco la ultima vergogna: affermare che i morti producono PIL. Secondo Vespa per far ripartire la Italia ci vuole un terremoto all’anno e qualche migliaio di morti? Bruno Vespa e’ semplicemente inadatto al ruolo della televisione pubblica”. 

“Ancora non si e’ posata la polvere, i familiari stanno piangendo i propri cari deceduti nella tragedia del terremoto e va in scena la vergogna sulla TV pubblica, con Bruno Vespa che afferma che il terremoto crea Pil! Ancora piu’ grave che il ministro Delrio non si sia alzato e se ne sia andato immediatamente, invece ha avallato una follia, un’offesa a tutti i cittadini italiani, anzi ha confermato che l’Aquila oggi e’ il piu’ grande cantiere d’Europa”, fanno eco i capigruppo di Camera e Senato del Movimento 5 Stelle, Laura Castelli e Stefano Lucidi, che “condannano con fermezza: “E’ una vergogna che in questo Paese ci sia una classe politica che possa credere che il Pil si fa con la morte. Questo dimostra l’anno zero della politica in cui ci troviamo”.

Il Codacons “dimissioni di Vespa e Delrio” – “Odiose e inopportune le frasi sul terremoto pronunciate nel corso di Porta a Porta”, sottolinea il Codacons, che chiede le dimissioni di Vespa e del ministro Delrio. “Quanto accaduto stavolta a Porta a Porta non deve rimanere impunito – spiega l’associazione dei consumatori – Piu’ volte la trasmissione Rai e’ stata oggetto di feroci polemiche, non solo politiche, e della indignazione di massa. In questa occasione il limite e’ stato superato attraverso affermazioni assolutamente inopportune; gli utenti non pagano certo il canone Rai per assistere a simili spettacoli ne’ per ascoltare frasi odiose in situazioni cosi’ delicate anche dal punto di vista emotivo. Chiediamo quindi a gran voce le dimissioni di Bruno Vespa e del ministro Graziano Delrio, e l’intervento immediato e concreto della Commissione di vigilanza”. 

Ignazio Abrignani, esponente di Ala-Scelta civica, definisce in una nota “gravissime le dichiarazioni del presidente della Commissione diVigilanza Rai, Roberto Fico, che accusa Bruno Vespa di affermazioni criminali sul terremoto”. “Esprimo la mia solidarieta’ a Vespa – prosegue Abrignani -, professionista attento e responsabile. E’ evidente che i 5 Stelle non perdono occasione per fare polemica, anche quando e’ in atto un drammasenza precedenti come quello del sisma che ha devastato il Centro Italia”. “Polemizzare per una battuta in buona fede che puo’ prestarsi a malevoli strumentalizzazioni puo’ starci nel mondo della politica. Ma quando cio’ avviene in giorni di grande disgrazia del nostro Paese, nei confronti di un grande professionista dell’informazione come Vespa non fa onore all’Italia, al suo immenso dolore”, dichiara il senatore di Forza Italia, Renato Schifani. “Non fa onore – aggiunge l’ex presidente del Senato – alla grande forza di tutti i soccorritori che per fortuna, con la loro grande umanita’ e professionalita’, oscurano queste pochezze umane”. “Delle polemiche dei 5 stelle su Bruno Vespa e sul ministro Graziano Delrio proprio non si sentiva la mancanza. Sono talmente assurde e pretestuose che non vien voglia neanche di contrastarle, se non fosse che vengono alimentate da rappresentanti delle istituzioni che si candidano alla guida del Paese. Se e’ questo il loro senso di responsabilita’ di fronte alle tragedie…”. Lo dichiara Maurizio Lupi, presidente dei deputati di Area popolare. “Trovo davvero sconcertanti le dichiarazioni di autorevoli esponenti del M5s che in un momento come questo trovano il tempo e la volonta’ di inventarsi una polemica e di lanciare accuse contro il ministro Delrio e contro Bruno Vespa”, dichiara il senatore del Pd Francesco Verducci, vice presidente della commissione di Vigilanza Rai.. “E’ davvero al limite del cinico attaccare, estrapolando alcune frasi dal contesto di una trasmissione televisiva che stava fornendo informazioni sulla tragedia del terremoto, il ministro e il conduttore. A che fine? A che pro? Il Paese nel suo insieme sta reagendo in modo positivo, dignitoso, generoso e composto ad una tragedia che ha colpito centinaia di famiglie. Il Governo sta cercando, in modo rapido ed efficace, di affrontare le questioni che gli competono. Il mondo dell’informazione, la Rai, e dentro questo contesto, la puntata di Porta a Porta dell’altra sera, stanno rendendo un servizio alla cittadinanza monitorando e raccontando continuamente l’evolversi della situazione. Solo chi ha l’interesse della polemica sterile e cerca visibilita’ alimentando tensioni inutili puo’ comportarsi come stanno facendo gli esponenti grillini”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.