TwitterFacebookGoogle+

Terrore sul volo Milano-Istanbul, atterra con motore in fiamme

(AGI) – Ankara, 25 apr. – Paura su un aereo A320 della Turkish Airlines decollato da Malpensa, costretto a un atterraggio d’emergenza a Istanbul dopo un tentativo fallito e con un motore in fiamme. Illesi i 97 passeggeri, tra cui decine di italiani, e i membri dell’equipaggio, che hanno potuto lasciare il velivolo dagli scivoli laterali. Per la compagnia di bandiera turca si tratta di un nuovo incidente che fa seguito a una serie di atterraggi d’emergenza susseguitisi nelle ultime settimane. L’aereo, entrato in servizio nel 2006, era decollato dallo scalo lombardo alle 6,45 del mattino. Stando al racconto di alcuni testimoni, il velivolo ha dapprima girato attorno alcune volte sopra l’aeroporto Ataturk di Istanbul, che era il punto d’arrivo previsto del volo TK1878. Poi ha tentato un primo atterraggio sbandando sulla pista e toccando terra con troppa violenza, al punto che il carrello si e’ piegato e ha urtato l’ala destra. A quel punto il comandante ha deciso di riprendere quota ma nel frattempo il motore destro aveva preso fuoco. Mentre fuoriuscivano le mascherine per l’ossigeno, l’equipaggio ha invitato i passeggeri a piegarsi in avanti e a mettere la testa tra le gambe per prepararsi all’atterraggio, con una scia di fumo che si levava dal motore destro. Poi l’A320 e’ riuscito a toccare terra con un solo motore funzionante, finendo pero’ fuori pista, in una zona erbosa. I vigili del fuoco hanno poi assistito l’equipaggio per l’evacuazione. L’atterraggio d’emergenza ha fatto tardare la partenza e l’arrivo di molti voli nello scalo di Istanbul. Un portavoce della compagnia ha spiegato che per conoscere le cause dell’incidente bisognera’ attendere i risultati dell’inchiesta. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.