TwitterFacebookGoogle+

Terrorismo: 81 'foreign' fighter italiani in Siria, 18 morti

(AGI) – Roma, 11 set. – “Sono 81 i combattenti ‘italiani’ in Siria”. Lo ha reso noto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, presentando al Viminale i risultati dell’attivita’ antiterrorismo nell’anniversario dell’attentato alle Torri gemelle. Si tratta di persone “di nazionalita’ italiana o che sono passate per il nostro Paese”: in particolare, i cittadini italiani partiti dall’Italia per la Siria sono cinque, mentre gli italiani con doppia nazionalita’ non partiti dall’Italia sono altri cinque. Degli 81 “foreign fighters”, 18 sono deceduti. Dall’inizio dell’anno sono 45 gli estremisti islamici espulsi. “Dall’11 settembre 2001 ad oggi – ha ricordato ancora il ministro – gli espulsi per terrorismo internazionale sono invece stati complessivamente 228; di questi, 19 erano Imam”. In totale, dal febbraio 2014 ad oggi, gli espulsi per terrorismo internazionale sono stati 57, gli arrestati 45. Quanto al rischio di infiltrazioni terroristiche tra i migranti “esiste -ha ammesso il capo della polizia, Alessandro Pansa – e col passare del tempo aumenta sempre di piu’: ma non abbiamo alcuna informazione che ci metta in allarme. E’ evidente che ci siamo attrezzati e ci stiamo attrezzando sempre di piu’ per prevenire la minaccia con servizi specifici. E l’attivita’ di prevenzione sta dando i suoi risultati anche in questo senso”. Pansa ha fatto il punto anche sulla sicurezza del prossimo Giubileo: “siamo sereni, non tranquilli”, ha premesso. “Per sistema professionale noi ipotizziamo sempre e ci prepariamo agli scenari peggiori ma confidiamo che cio’ non accada. Sono state gia’ fatte due esercitazioni, abbiamo messo in campo tutti i reparti speciali delle forze dell’ordine e chiesto anche alla Difesa la disponibilita’ ad aiutarci in caso di necessita’. Abbiamo messo in campo il meglio”. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.