TwitterFacebookGoogle+

Terrorismo: Renzi, no minaccia specifica ma rischio c'e'

(AGI) – Roma, 15 mar. – “Non sottovalutiamo niente”, “non ci sono minacce specifiche” ma il rischio “e’ vero e possibile”. Il premier Matteo Renzi partecipa a un seminario su sicurezza e terrorismo e afferma che nulla viene sottovalutato e che non ci sono segnali specifici di possibili attentati, ma “siamo un paese inserito in una dinamica mondiale” per cui il rischio e'”vero e possibile”. “Convivere con questo rischio e’ possibile solo se avremo una strategia tale da essere orgogliosi di essere italiani”.
“La minaccia e’ nuova, diversa, violenta anche nella sua presenza nella vita quotidiana, oggi i simboli degli attacchi sono luoghi della quotidianita’ e non solo in Europa. C’e’ bisogno di una capacita’ molto ampia di rispondere a un problema grande a livello internazionale. Ma gli italiani sono capaci di rispondere”.
“La minaccia – ha ripetuto Renzi – e’ nuova, non inedita se non nelle forme, ma non e’ la prima volta che c’e’ una minaccia. E’ bello farsi coccolare dalla nostalgia, ma non e’ cosi’, in passato abbiamo avuto altri periodi di insicurezza” ha detto ricordando il terrorismo e le stragi di mafia. (AGI)
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.