TwitterFacebookGoogle+

Thailandia, ore disperate:  si cerca un 'camino' per raggiungere dall'alto i ragazzi 

Sono ore decisive per la missione di soccorso nella grotta thailandese di Tham Luang, dove sono intrappolati i 12 ragazzi e il loro allenatore. L’ossigeno nell’aria è calato al 15%, ben al di sotto del 21% solitamente presente: un ulteriore, decisivo elemento di preoccupazione che si somma al rischio di piogge monsoniche che potrebbero arrivare in qualunque momento.

Le autorità thailandesi hanno detto chiaramente che ormai c’è una “limitata” finestra di tempo per trarre in salvo i ragazzi. “Non possiamo più aspettare oltre, visto che le circostanze sono cambiate. All’inizio pensavamo che i ragazzi potessero rimanere all’interno della grotta per un po’ di tempo ma le circostanze sono cambiate. Ora abbiamo un tempo che è limitato”. La corsa contro il tempo è iniziata.

Ore 12.31 – caccia al tunnel

Le squadre di soccorso stanno setacciando la foresta sopra la grotta alla ricerca di un ‘camino’: un tunnel verticale che potrebbe portare dalla superficie fino alla cavità in cui sono intrappolati i ragazzi. Uno di questi camini, profondo 200 metri (la roccia è spessa 800) è stato esplorato dagli speleologi prima di rivelarsi un vicolo cieco. Uno speleologo filippino che da 17 anni vive in Thailandia, Christoffer John Aquino, detto “Cedjie”, ha guidati per 800 chilometri da Bankok per unirsi alle squadre. “Non ci sono sentieri: bisogna arrampicarsi su rocce scivolose portandosi appresso l’attrezzatura. Non è difficile: è un fottuto suicidio” ha detto

Ore 11.49 – entrano in azione gli uomini di Elon Musk

Elon Mush, il fondatore di SpaceX, una delle aziende più innovative del mondo, manda i suoi ingegneri in Thailandia a cercare soluzioni tecniche che possano aiutare ad estrarre i ragazzi, bloccati da sabato 23 giugno, nella grotta di Tham Luang. Lo ha annunciato lo stesso miliardario e visionario su Twitter: i suoi tecnici cercheranno di capire se possono essere “utili” al governo di Bangkok. “Probabilmente ci sono molte complessità che si possono capire meglio se si è di persona” in loco, ha spiegato. 

SpaceX & Boring Co engineers headed to Thailand tomorrow to see if we can be helpful to govt. There are probably many complexities that are hard to appreciate without being there in person.

— Elon Musk (@elonmusk) 6 luglio 2018

Si è innescato un botta e risposta sulle soluzioni possibili tra Musk e l’imprenditore thailandese James Yenbamroong, fondatore della società di lanci spaziali MuSpace.

 

This image makes it simple. Critical 70cm area is at the center. Several dives and two rest areas in between before getting to strong 13 Thais. You probably need several inserts if going with air funnel solution pic.twitter.com/1Pz6vd7U4N

— James Yenbamroong (@JamesWorldSpace) 6 luglio 2018

 

Ore 6.50 – morte di un eroe

Proprio per la carenza di ossigeno uno dei soccorritori è morto mentre rientrava alla base dal punto dove si trovano i ragazzi. Lo ha comunicato il comandante delle squadre speciali della Marina Thailandese, Arpakorn Yookongkaew. 

La vittima, Samarn Poonan, era un ex membro delle squadre speciali della Marina thailandese e stava lavorando come volontario. “Ogni tentativo di salvargli la vita è stato vano”, ha dichiarato il comandante dei ‘Navy Seal’ thailandesi. L’incidente non cambia nulla nella missione: “Continueremo finché non l’avremo portata a termine”.

 

 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.