TwitterFacebookGoogle+

“Ti taglieremo la gola”. I carcerati spagnoli giurano vendetta sul sospetto terrorista

Il 28enne sospettato di aver preso parte agli attentati di Barcellona Driss Oukabir ha ricevuto minacce di morte nella sua cella di Madrid. Lo riferisce El Pais, quotidiano spagnolo, dopo un allarme lanciato dai legali del ragazzo: “Ti taglieremo la gola appena scenderai nel cortile” gli avrebbero gridato dalle finestre i carcerati di Madrid. 

Oukabir è il fratello di Moussa, che ha preso materialmente parte alla strage del 17 agosto scorso, che ha ucciso 13 persone sulla Ramblas. Lui si è consegnato alla polizia dicendo di non c’entrare nulla con la strage, ma i sospetti su un suo possibile coinvolgimento a supporto del commando rimangono. Il giudice Fernando Andreu, che coordina le indagini, parla di “indizi razionali e ben fondati” di un suo possibile coinvolgimento. 

Oukabir è in carcere e in cella di isolamento. Ma questo non basterebbe a garantire la sua incolumità in carcere. Ed è difficile trovare un carcere in Spagna dove la reazione dei detenuti possa essere troppo diversa da quelli di Madrid. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.