TwitterFacebookGoogle+

Tirrenia: fumata bianca tra Onorato e Clessidra

(AGI) – Milano, 27 dic. – Colpo di scena nella vertenza che ha visto impegnati negli ultimi due mesi l’armatore proprietario del gruppo Moby e Clessidra il fondo di private equity creato da Claudio Sposito. Quando sembrava che ormai la trattativa fosse definitivamente naufragata (lo stesso imprenditore aveva fatto sapere dell’esito negativo), ci e’ stato invece un ritorno di fiamma. E’ stato cosi’ firmato, con i buoni auspici di Unicredit, l’accordo tra l’armatore e il fondo di private equity. In sostanza, Clessidra ha ottenuto l’impegno di Moby a rilevare entro sei mesi, ad un determinato prezzo, tutte le quote da essa detenute nel capitale della stessa Moby e in quello di Tirrenia, la compagnia di navigazione pubblica privatizzata tre anni fa. Si chiude in questo modo una vertenza tra i soci forti di Tirrenia aperta proprio dopo il matrimonio nel 2011 sotto le insegne della compagnia di navigazione privatizzata, che conta 300 milioni di ricavi. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.