TwitterFacebookGoogle+

Torino si mobilita per l’eutanasia

Torino si mobilita per l'eutanasiaGiulio Manfredi, Alessandro Frezzato

1 Ott 2014

Cara amica, caro amico.

 

            Ci preme informarti, innanzitutto, che venerdì 12 settembre l’Associazione Luca Coscioni e l’Associazione radicale Adelaide Aglietta hanno manifestato davanti al Comune di Torino, aderendo alla mobilitazione nazionale promossa per richiedere che il Parlamento discuta finalmente la Proposta di Legge di iniziativa popolare per la legalizzazione dell’eutanasia e del testamento biologico, che anche tu hai sottoscritto. Per approfondimenti: http://www.eutanasialegale.it/

 

            Abbiamo approfittato della nostra presenza sotto il Comune per informare i cittadini residenti a Torino della possibilità di depositare il proprio testamento biologico, redatto in piena libertà, presso il “Registro dei testamenti biologici” tenuto dall’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) del Comune di Torino. Per maggiori informazioni:

http://www.comune.torino.it/testamentobiologico/

 

            Sempre venerdì 12 settembre, come Associazioni Aglietta e Coscioni, abbiamo iniziato l’iter presso il Comune di Torino per la presentazione di una petizione comunale per richiedere al sindaco Piero Fassino di predisporre il Piano per l’eliminazione delle Barriere Architettoniche (PEBA), per garantire la piena accessibilità a tutti i cittadini di tutti gli edifici pubblici e degli spazi urbani. L’istituzione del PEBA in ogni Comune era ed è previsto dalla legge n. 41 del 1986 (28 anni fa!), mai attuata; sulla mancata predisposizione dei  PEBA è in corso un’iniziativa nazionale dell’Associazione Luca Coscioni:

http://www.associazionelucacoscioni.it/campagna/barriere-architettoniche

 

            Per presentare la petizione comunale servono almeno 300 firme di cittadini residenti a Torino, da raccogliere su un apposito modulo fornito dagli uffici comunali. Non serve la presenza di un autenticatore; chiunque può raccogliere i dati e le firme presso amici, parenti, colleghi.

 

             Tu cosa puoi fare concretamente? 

– Puoi richiedere il modulo di raccolta firme inviando un mail a: info@associazioneaglietta.it; 

– puoi firmare la petizione ogni lunedì sera, presso la sede dell’Associazione Aglietta (Torino, via Botero n. 11/f, dalle 20:30 alle 22:30).

 

Raccoglieremo le firme sulla “petizione PEBA” anche a latere di questo evento:

http://www.associazioneaglietta.it/event/ucraina-europea-i-legami-politici-e-culturali-tra-lucraina-e-leuropa/

 

            Dacci una mano per garantire a tutti e a ciascuno il fondamentale diritto a una città accessibile!

 

            Cordiali saluti.

 

 

 

Giulio Manfredi                                           Alessandro Frezzato

            segretario Associazione Aglietta                        Consiglio Generale Ass. Luca Coscioni

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.