TwitterFacebookGoogle+

Toyota: executive Usa si dimette dopo arresto per droga

(AGI) – Tokyo, 1 lug. – L’americana Julie Hamp, la piu’ importante executive donna di Toyota, si e’ dimessa dopo essere stata arrestata a Tokyo perche’ sospettata di aver importato droga in Giappone. Lo annuncia la societa’ giapponese spiegando di aver accettato le dimissioni presentate dalla Hamp “dopo aver considerato le preoccupazioni e gli inconvenienti causati ai nostri azionisti dai recenti eventi”. Hamp e’ stata arrestata in un hotel di Tokyo dopo essere stata trovata in possesso di un pacchetto di Oxycodone, un oppiaceo il cui possesso, se dotati di prescrizione medica non e’ illegale, ma che, se importato in Giappone senza autorizzazione, comporta fino a 10 anni di detenzione. La 55enne manager americana di Toyota ha spiegato alle autorita’ di polizia di aver comprato il farmaco negli Usa e averlo utilizzato per alleviare il dolore a un ginocchio. L’inchiesta della polizia giapponese e’ ancora in corso e secondo indiscrezioni la Hart si sarebbe fatta mandare il farmaco per posta dal padre, il che secondo la legge nipponica e’ illegale. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.