TwitterFacebookGoogle+

Traffico di migranti, 38 fermi

Palermo – La Polizia di Stato di Palermo sta eseguendo, in diverse città italiane, 38 fermi nei confronti di altrettanti indagati, ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, all’esercizio abusivo dell’attivita’ di intermediazione finanziaria, nonche’ di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti, tutti aggravati dal carattere transnazionale del sodalizio criminoso.

Nel corso delle indagini, svolte dalle Squadre mobili di Palermo ed Agrigento e dal Servizio centrale operativo, e’ stata ricostruita la struttura organizzativa di un pericoloso network criminale e sono stati individuati ingenti flussi di denaro, provento del traffico di migranti; individuata anche la centrale delle transazioni finanziarie effettuate tramite “hawala” in un esercizio commerciale di Roma, dove lo scorso 13 giugno sono stati sequestrati 526.000 euro e 25.000 dollari in contanti, oltre a un libro mastro con nominativi di cittadini stranieri ed utenze di riferimento.

Le indagini hanno permesso di evidenziare diverse modalita’ utilizzate dal sodalizio per far arrivare i migranti sul territorio nazionale, non solo via mare, ma anche tramite falsi ricongiungimenti familiari. Ed e’ emerso che i principali indagati gestivano anche una fiorente attivita’ di traffico internazionale di qat, droga importata dall’Etiopia, inserita per la legislazione italiana tra le droghe pesanti. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.