TwitterFacebookGoogle+

Tragedia alla Mecca: gru piomba sulla Grande Moschea, 52 morti

(AGI) – Riad, 11 set. – Tragedia alla Mecca: almeno 52 fedeli sono morti e una trentina sono rimasti feriti dopo che una gigantesca gru si e’ abbattuta sulla Grande Moschea di Masjid al-Haram. Lo hanno reso noto fonti della locale Protezione Civile, citate da Al-Arabiya. La citta’ saudita, il luogo piu’ sacro dell’Islam, a breve attende l’arrivo di milioni di fedeli per l’annuale haj, il pellegrinaggio che ogni credente musulmano e’ tenuto a effettuare almeno una volta nella vita. E’ salito ad almeno 65 morti accertati e a ottanta feriti il bilancio della sciagura avvenuta oggi alla Mecca, in Arabia Saudita, dove una gigantesca gru si e’ abbattuta sulla Grande Moschea di Masjid al-Haram che ospita la Kaaba, l’edificio di forma cubica la cui costruzione e’ attribuita ad Abramo e dove e’ incastonata la Pietra Nera, recatagli da Gabriele, l’angelo che avrebbe rivelato il Corano a Maometto. Il computo e’ stato aggiornato da fonti della locale Protezione Civile, quindici delle cui squadre sono impegnate nei soccorsi insieme al personale delle Mezzaluna Rossa e del ministero della Sanita’. Sui social network sono comparse immagini di innumerevoli corpi, esanimi e coperti di sangue, semi-sepolti tra cumuli di macerie e detriti, e della della sommita’ della gru, in apparenza staccatasi dopo essere piombata sul recinto interno e aver sfondato un tetto. La moschea era gremita in occasione della preghiera serale del venerdi’ festivo islamico. L’enorme macchinario era impiegato in lavori edilizi per ampliare la superficie del complesso di ulteriori 400.000 metri quadrati, cosi’ da potervi accogliere fino a 2,2 milioni di persone contemporaneamente. Al momento del disastro stava infuriando un forte temporale, preceduto nei giorni scorsi da violente bufere di vento: si ipotizza che il crollo sia stato provocato proprio dalle condizioni meteorologiche avverse. la citta’ a breve attende l’arrivo di milioni di fedeli per l’annuale haj, il pellegrinaggio sui luoghi santi dell’Islam che ogni credente musulmano e’ tenuto a effettuare almeno una volta nella vita. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.