TwitterFacebookGoogle+

Tragedie in montagna, un morto in Trentino e due sul Cervino

 Roma – Tre morti sulle Alpi nelle ultime ore. Ieri sera, è stato recuperato il corpo di Claudio Casagrande, 71 anni, precipitato da una via ferrata sulle Pale di San Martino, in Trentino. Un elicottero del 118 lo ha individuato in un canalone. Questa mattina, invece, quando le condizioni del tempo lo hanno consentito, il Soccorso alpino valdostano, con un suo mezzo, ha recuperato i corpi dei due inglesi dispersi da giovedì sera sul Cervino, quando imperversava il maltempo.

I cadaveri sono stati trovati sotto la parete del Pic Tyndal a circa 4 mila metri di quota, a poca distanza dalla Gran Corda da cui hanno fatto partire l’ultima telefonata. A un primo esame esterno dei corpi, ora trasportati ad Aosta e messi a disposizione del Soccorso alpino della Guardia di Finanza per eventuali accertamenti autoptici, risulta che i due alpinisti siano morti per assideramento. “In questi giorni abbiamo registrato temperature veramente invernali, ha fatto molto freddo, c’è tanta neve e c’è tanto ghiaccio”, hanno spiegato i soccorritori. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.