TwitterFacebookGoogle+

Traghetto in fiamme, 316 salvati Salento si mobilita per i soccorsi

(AGI) – Roma, 29 dic. – Sono continuate per tutta la notte le operazioni di soccorso ai naufraghi del traghetto Norman Atlantic in fiamme da ieri mattina nelle acque del basso Adriatico. Salvate 316 persone, 162 ancora sul traghetto. E’ il tweet di aggiornamento della Marina militare che sta coordinando le operazioni di salvataggio del traghetto Norman Atlantic. Nell’area dei soccorsi e’ in arrivo anche la nave della Marina militare De la Penne.

soccorsi della Marina: Video 1Video 2Video 3Video 4

Guarda la galleria fotografica

Il dispositivo di emergenza attivato in provincia di Lecce continua ad operare senza sosta con decine di uomini e donne impegnati nei soccorsi ai naufraghi che giungono nel Salento. Fino alle sette di stamani ne erano arrivati in tutto 37, tutti smistati in vari ospedali del Salento. A Otranto e’ atteso l’arrivo di altre quattro persone tratte in salvo da una motovedetta della Guardia costiera. Si tratta di individui adulti con sintomi piuttosto evidenti di ipotermia. Al momento non si hanno segnalazioni di casi gravi.

La sorella del comandante, “e’ esperto”

Nel Salento, oltre al personale dell’Asl di Lecce, sono operativi decine di volontari della Protezione civili e della Croce Rossa Italiana. Negli ospedali “San Giuseppe” di Copertino e “Santa Caterina Novella” di Galatina sono stati allestiti due nuovi reparti con circa 20 posti letto ciascuno per ricoveri indifferenziati, dove, cioe’, possono essere accolti sia uomini che donne.

Nella giornata di ieri, nel Salento sono arrivati cinque minorenni. Ieri sera, all’ospedale di Galatina e’ stata condotta anche Teodora Duli, la moglie del cittadino greco deceduto durante le operazioni di evacuazione della nave. Alla donna, in stato di choc, e’ stata riscontrata una forte contusione al bacino. Nello stesso ospedale sono stati visitati i due militari della Guardia costiera rimasti feriti durante le operazioni di soccorso in mare. A uno di loro e’ stato riscontrato un forte affaticamento da stress psicofisico e all’altro una forte contusione alla rotula dovuta ad una caduta. Per quest’ultimo la prognosi e’ di dieci giorni, ma entrambi hanno fatto ritorno a casa. Intanto sono scesi da una portacontainer 49 naufraghi del traghetto Norman Atlantic arrivati al porto di Bari. (AGI)

Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.